100 Sguardi sulla Quarantena [strategie fotografiche di sopravvivenza]

| |

È visitabile nel giardino pensile di Palazzo Moroni, nel Municipio di Padova l’esposizione di opere fotografiche “Quarantena Narrativa” curata dal maestro Alberto Still.

Un progetto espositivo partecipato con la selezione della top100 degli scatti di 25 Fotografi da varie regioni d’Italia sulla vita durante il Lock-Down. Un racconto di vita che, fotografia dopo fotografia, vuole colpire lo spettatore suscitando emozioni diverse.

Sin dalla prima fotografia del progetto “Quarantena Narrativa” si avverte un mancamento d’aria al ricordo dello svuotamento delle grandi città metropolitane (come Milano) o turistiche (come Venezia) durante il lockdown da coronavirus.

Ma guardare all’interno di questo racconto per immagini ci accompagna in un percorso fotografico, al di là e al di sopra di ogni quarantena, verso l’apprezzamento della felicità della vita quotidiana.

Dal progetto la pubblicazione anche di un libro

Da questo progetto di fotografia è stato realizzato anche un libro fotografico dal titolo “100 Sguardi sulla Quarantena: strategie fotografiche di sopravvivenza” che raccoglie il reportage dei 3 mesi di quarantena forzata con prefazione del Prof. Alberto Danieli, curatore dei corridoi di arte moderna al Du.D.A. di Padova a cura della casa editrice Rossi Ferrari Price.

Il libro "100 sguardi sulla quarantena"
Il libro: “100 sguardi sulla quarantena”

Il libro contiene la #Top100 delle migliori fotografie della quarantena tra scatti storici, unici e
irripetibili, aneddoti, esperienze delle vite personali nel 2020, tra cui documenta anche gli
stratagemmi antistress della Fototerapia e rappresenta un percorso fotografico è lodato ed elogiato
con giudizio unanimemente positivo:

Una documentazione Fotografica,
Storica, Unica, Magnifica

ALE TREVISAN | Italian Photographers

Riesce a farci vedere colori e sfumature
di un periodo nerissimo

Prof. ALBERTO DANIELI | DUca d’Arte, Corridoi d’Arte Contemporanea

Mostra itinerante

Mostra itinerante

La mostra, prevista come itinerante tra le varie città, è ora allestita in anteprima all’aperto presso il cortile pensile del Municipio di Padova, grazie alla collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, del Gabinetto del Sindaco e dell’associazione cittadina Paolo Capovilla, ed è visitabile gratuitamente (con le dovute precauzioni previste dai DPCM), prorogata fino almeno a metà febbraio.

Previous

5 fattori da valutare prima di comprare una criptovaluta

Bitcoin nuovo prezzo record: oltre 50 mila dollari

Next

Lascia un commento