Arriva la mascherina con la capra

| |

In Italia l’espressione “capra” è stata portata alla ribalta dal polemista Vittorio Sgarbi. Come spiegato in più di un’occasione, il celebre critico d’arte avrebbe sostituito la parola “str***o” con la parola “capra” per evitare di essere querelato. Questa sua intuizione sarebbe nata da una reminiscenza dell’infanzia, infatti proprio lo zio di Sgarbi “diceva capra, perché la capra è ignorante“.

Sgarbi spiega poi che il termine capra “si riferisce a quelle persone, e ce ne sono tante, che avrebbero bisogno e forse il desiderio, di essere edotte“, perciò non avrebbe una connotazione del tutto negativa. Gli episodi in cui il critico d’arte menziona il termine “capra” ormai non si contano più, tanto che è arrivato a ripeterlo anche per 24 volte consecutive durante la trasmissione Live di Barbara D’Urso.

I fan di Sgarbi amano farsi dire capra dal critico d’arte e quando lo incontrano nei luoghi pubblici, non perdono l’occasione per riprendere il proprio idolo mentre pronuncia l’iconica espressione. Dal 2019 è nato poi il diario della capra (clicca qui per acquistare su Amazon l’edizione 2020/21), un diario dove sono inserite frasi, citazioni e opere d’arte con spiegazioni annesse, per istruire le capre desiderose di essere edotte.

Diario della Capra 2020 - 2021 di Vittorio Sgarbi
Diario della Capra 2020 – 2021

La capra in parlamento

Il termine capra, sotto forma di icona, è arrivato anche nel Parlamento Italiano, infatti Vittorio Sgarbi siede tra i banchi del Parlamento in qualità di Onorevole del gruppo Misto.

Il momento più celebre si è verificato il 25 giugno 2020, quando in seguito a un accesso diverbio, l’onorevole Sgarbi è stato espulso dall’aula (clicca qui per vedere il video) e portato fuori di peso dai commessi di Montecitorio. In quell’occasione la capra non era stata pronunciata, ma era ben stampata sulla mascherina che portava il critico d’arte.

La mascherina con la capra

Oggi indossare la mascherina con la capra è un simbolo sia per esorcizzare questa situazione pandemica, sia di critica nei confronti di decreti e ordinanze fin troppo restrittive.

Mascherina con la capra
Mascherina con la capra Eleven Plus

Infatti l’obbligatorietà di indossare la mascherina anche quando si è distanti ben più di 2 metri dalle persone più prossime (come per esempio quando si fa una passeggiata in montagna, al mare, in campagna), risulta essere una misura abbastanza superflua.

In ogni caso chi vuole criticare queste misure, o chi vuole solamente indossare una mascherina fuori dal comune, può scegliere la mascherina con la capra prodotta da ElevenPlus (clicca qui per vedere la mascherina). Alla fine può essere anche un simpatico regalo di Natale per i tanti negazionisti che non vogliono indossare la mascherina, che con questa, potrebbero trovare la motivazione per usarla.

Previous

Alla ricerca di un regalo per un amante dell’arte? Ti aiutiamo noi!

I 7 potenziali benefici dell’astaxantina

Next

Lascia un commento