Trump approva il piano da 8,3 miliardi di dollari per combattere il coronavirus

| |

Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump venerdì 6 marzo 2020 ha approvato, mettendo la propria firma, un pacchetto di finanziamenti d’emergenza da 8,3 miliardi di dollari per combattere l’emergenza causata dall’epidemia di coronavirus. Nel pacchetto sono previsti fondi alle autorità statali e locali per combattere la diffusione della malattia, che ad oggi ha ucciso 14 persone in 21 stati degli Stati Uniti.

Trump fino ad ora aveva sempre minimizzato in merito all’emergenza coronavirus e non si è lasciato scappare una leggera battuta all’atto della firma nella Sala Diplomatica della Casa Bianca, dove era accompagnato dal Segretario per la Salute e i Servizi Umani Alex Azar «Quindi firmiamo per gli 8,3 miliardi. Ne ho chiesti due e mezzo e ne ho ottenuti 8,3 e li prenderò».

Trump approva piano da 8.3 miliardi di dollari per affrontare emergenza coronavirus
Trump approva piano da 8.3 miliardi di dollari per affrontare emergenza coronavirus

Il pacchetto comprende più di 3 miliardi di dollari per la ricerca e lo sviluppo di vaccini, kit di test e trattamenti medici; 2,2 miliardi di dollari per aiutare le attività di sanità pubblica sulla prevenzione, la preparazione e la risposta; e 1,25 miliardi di dollari per aiutare gli sforzi internazionali volti ad arginare la diffusione del virus.

Con la firma, vengono inoltre autorizzati ulteriori 500 milioni di dollari di deroghe in merito alle restrizioni sul Medicare “telehealth” per lo screening del coronavirus.

Il piano è stato approvato dopo di trattative e di dispute in merito al prezzo dei vaccini, sull’accesso all’assistenza sanitaria virtuale e su altre questioni e ha superato abbondantemente i 2,5 miliardi di dollari di finanziamenti d’emergenza proposti dalla Casa Bianca.

Nel frattempo, il presidente ha anche detto che potrebbe far visita alla sede del Centers for Disease Control and Prevention ad Atlanta (l’equivalente del nostro Istituto Superiore della Sanità). Prima che la Casa Bianca lo annullasse, dicendo che Trump non voleva interferire con gli sforzi dell’agenzia per il coronavirus, l’atto della firma doveva avvenire proprio ad Atlanta.

Trump approva il piano da 8,3 miliardi di dollari per combattere il coronavirus

Alla Casa Bianca, Trump ha detto che la sua visita programmata era stata annullata perché qualcuno al CDC era sospettato di essere infetto. «Hanno fatto il test alla persona in questione ed il risultato è stato negativo», ha detto. «Potrei andare».

Nella sua precedente dichiarazione, un funzionario della Casa Bianca aveva annunciato: «Il Presidente non è più in viaggio per Atlanta oggi. Il CDC è stato proattivo e preparato fin dall’inizio e il Presidente non vuole interferire con la loro missione di proteggere la salute e il benessere del popolo e dell’agenzia».

La Casa Bianca ha annunciato la visita del CDC sulla scia di forti critiche per la lentezza dei test diagnostici dell’agenzia e per i difetti dei suoi kit di prova.

Previous

Pochi medici, tanti ricoveri ed errori da evitare con il coronavirus

Si può correre a piedi o in bici dopo l’estensione della zona rossa in tutta Italia?

Next

Lascia un commento